Movimento 3V – La pratica di interrogare chi pratica il potere – Perché mi sono iscritta?

[vc_row][vc_column][vc_column_text css=”.vc_custom_1607556238885{margin-bottom: 0px !important;}”]1 giugno 2020

Mi sono iscritta a questo movimento. Il M3V. Sento che c’è una grande confusione in questo momento, come quasi un terremoto del terreno politico su cui ci si confronta.

Io sono cosciente delle gravi riserve esistenti sul famoso vaccino trivalente (MMR in inglese, MPR in italiano, credo), prodotto da Merck e che suppostamene si deve dare ai piccoli fra i 12 e i 18 mesi. Mi sembra una ben tenera età per somministrare tre mini-malattie tutte insieme, su un organismo che magari non ha ancora sviluppato le sue proprie difese immunitarie perché si sta allattando.

E mi sembra che le migliaia di genitori che hanno osservato così grandi cambiamenti nei loro piccoli e piccole prima e dopo il momento della vaccinazione, non credo possano essersi inventati tutto. Non lo credo, onestamente.

Credo invece che, anche se non ci fossero prove di laboratorio riguardo alla mancanza di sicurezza di questo vaccino, almeno, per prudenza, esso si sarebbe dovuto ritirare per sostituirlo con vaccini separati.

E credo che il fatto che questo ritiro non sia avvenuto abbia contribuito notevolmente ad erodere la fiducia fra le autorità di salute pubblica e le famiglie, la gente, il pubblico che queste entità di potere si suppone che servano.

Non è un caso, credo, che questo movimento che reclama una maggiore libertà di scelta nelle pratiche della salute si sia organizzato proprio intorno alla questione dei vaccini in relazione al momento del Covid. Infatti, sento che molte persone e anche molte forze politiche ripongono la loro fede nell’ipotesi di un vaccino a scapito di altre opzioni meno centralizzate e più affidate alle pratiche mediche nei vari territori.

È mio desiderio che le cure che funzionano–le cure che i e le mediche sul campo hanno amministrato con successo–che queste cure, dicevo, vengano valorizzate e rese accessibili a chi ne abbia bisogno e scelga di sottoporvisi.

In questo modo, prima di tutto diminuirà di parecchio la paura che ancora attanaglia molte persone, e credo anche che un vaccino, quando venga, sarà probabilmente più sicuro perché ci sarà stato più tempo per sperimentarlo, e potrà facilmente essere opzionale piuttosto che obbligatorio.

Fra le vie di uscita dal contesto di allarme in cui l’emergenza Covid ha gettato il mondo, questa mi sembra la più sostenibile, la più olistica, e a più ecologica. Essa è anche, credo, una via che fa conto sulla capacità di noi esseri umani di attivare la competenza dei nostri sistemi immunitari e di renderci protagonisti della cura di noi stessi/e.

Vai agli articoli sul tema Covid in italiano.

Vai agli articoli sul tema Covid in inglese e italiano

Questa cura della salute spesso si avvantaggia anche di una certa consapevolezza riguardo all’ impatto di ciò e di chi ci circonda, inclusi fattori ambientali esterni ed interni che possano significativamente sfidare il nostro benessere.

Mi sembra quindi che valga la pena di appoggiarlo questo movimento, a prescindere dagli orientamenti ideologici delle persone che vi partecipano–che mi sembra di capire siano abbastanza diversi fra loro, pur essendo uniti da una comune desiderio.

Vai sulla pagina del Movimento 3V

Spero questo sia utile alle persone che si stanno orientando rispetto alle scosse sismiche nei vari terreni politici di questo momento così significativo nella storia del mondo e della nostra specie.

Io personalmente ho una storia e una maniera di pensare che mi posizionano tradizionalmente con la sinistra. Ciò nonostante, ritengo sia importante praticare l’ascolto profondo.

Siamo in un momento di grande sfida nel riuscire, come specie, a trovare un nuovo accordo, una nuova sinergia simbiotica, fra il pianeta ed il mondo che noi esseri umani ci abbiamo impiantato sopra.

E per questo ritengo di non dovermi limitare ad ascoltare solo le voci che vengono dal coro al quale sono legate le mie affiliazioni di appartenenza.

Ma piuttosto penso che sia necessario trovare il coraggio di reclamare un ruolo nei movimenti che interrogano le autorità costituite, se non altro per non lasciare che questo ruolo se lo ascrivano solamente o principalmente le persone che invece, per tradizione, hanno appoggiato le autorità costituite ed aiutato a preservare il loro potere.

Grazie per l’ascolto. Sono benvenute le osservazioni ed i commenti, purché sempre in toni di conversazione rispettosa e di apprezzo per l’ascolto profondo.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][mk_page_section][vc_column width=”1/4″][/vc_column][vc_column width=”3/4″][vc_column_text css=”.vc_custom_1604355603254{margin-bottom: 0px !important;}”]# # # # #

Can we answer any questions? Please do not hesitate to contact us. We look forward to serving you in your journey of #EcosexualLove. Enjoy!

  aka Serena Anderlini-D’Onofrio, PhD

#alchimiadellamoreecosessuale  #alchemyofecosexuallove  #drserenagaia[/vc_column_text][/vc_column][/mk_page_section]

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca